EN IT

Alessandro Dell’Acqua lascia la direzione di Rochas dopo sei anni

Sembra giunta al capolinea la collaborazione nata nel 2013 tra Alessandro Dell’Acqua e la maison francese fondata da Marcel Rochas.

Alessandro Dell’Acqua lascia la direzione di Rochas. A confermare la notizia è stata la stessa maison francese, che non ha ancora rivelato alcun dettaglio sul nome del successore. Dagli albori come direttore creativo di Genny quando aveva solo 23 anni, passando per Pietro Pianforini, La Perla, Brioni e Les Copains, Dell’Acqua ne ha fatta di strada, diventando in breve tempo uno tra i designer italiani più influenti.
 
Nel 1996 fonda l’omonimo brand che riscuote subito grande successo, fino al punto di creare una linea uomo due anni dopo, linea che verrà presentata a Firenze nel celebre Palazzo Pitti. Nel 2000 introduce la collezione calzature donna, quella eyewear e la prima fragranza donna. Si crea così particolare interesse intorno alle sue collezioni, che lo porta a lavorare con artisti del calibro di Helmut Newton nel 2003. Nel 2007 decide però di abbandonare la casa che porta il suo nome a causa della perdita del controllo aziendale. Ma ogni fine porta con sé un nuovo inizio: Dell’Acqua infatti  non si scoraggia e nel 2010 da’ origine a N21. Sebbene l’entusiasmo sia tanto e la voglia di rinascita si faccia sentire, il designer partenopeo trova delle iniziali difficoltà dovute alle aziende, le quali apprezzano il progetto, ma non sono pronte ad investire su qualcosa di nuovo.

 

Il successo con Rochas

Nel 2013 viene nominato direttore creativo di Rochas. All’interno del brand francese Dell’Acqua ha saputo creare in questi anni un perfetto connubio tra daywear sofisticato ed elementi sportivi: top e gonne in paillettes abbinati a capi d’ispirazione streetwear. Recentemente ha affermato: “Sono grato alla maison Rochas per il tragitto che abbiamo percorso dal 2013 all’ultima sfilata, che si terrà a febbraio 2020. Mi ha dato l’opportunità di associare il mio nome a quello di un brand francese con un’importante eredità storica alle spalle. Ringrazio tutti coloro che mi hanno supportato dal mio debutto.”
 
Sembra inoltre che il motivo della separazione di Dell’Acqua da Rochas sia legato alla volontà dello stilista partenopeo di dedicarsi completamente al suo brand personale, N21, che tornerà a sfilare a Milano Moda Uomo con uno show in programma per l’11 gennaio prossimo. Viene però spontaneo chiedersi se dietro a queste separazioni tra direttori creativi e maison, ultimamente sempre più frequenti – basti pensare a Phoebe Philo da Céine o Hedi Slimane da YSL solo per citarne alcuni – ci sia un discorso prettamente economico o solo la voglia di un proprio rinnovamento creativo. È chiaro che spesso la necessità di un rinnovo dia vita a svolte di carriera (Maria Grazia Chiuri con Dior ne è un esempio), ma è davvero sempre così?

 

Gaia Esposito (Accademia di Belle Arti di Roma)

 

 

 

Share news

Condividi su facebook
Share on Facebook
Condividi su twitter
Share on Twitter
Condividi su pinterest
Share on Pinterest
Condividi su linkedin
Share on Linkedin