EN IT

Cartomanzia: Leolsd illumina palazzo Brancaccio alla Roma Fashion Week

Il 17 settembre 2020 Leonardo Macina è tornato Roma con una collezione che omaggia il mondo della cartomanzia e dell’alchemico.

Gioca in casa Leonardo Macina, designer del brand Leolsd che torna a sfilare per Altaroma in occasione della Roma Fashion Week di settembre. Ore 18, palazzo Brancaccio, “Cartomanzia” è il nome della collezione womenswear primavera/estate 2021. Un po’ esoterico, un po’ medievale, il nome sembra sedurre inconsciamente il pubblico seduto in sala. Si abbassano le luci, si riscalda l’atmosfera ed entra in scena la prima modella avvolta da un vestito-kimono color bianco avorio, stretto in vita da una fascia di una tonalità più rosea. Ma la forza narrativa di Cartomanzia sta nel sole, il fil rouge che tiene unite le carte sparse dalle modelle lungo la passerella.

Cartomanzia: Leolsd illumina palazzo Brancaccio alla Roma Fashion Week A scuola di magia

Che il leitmotiv della luce sia caro al designer pugliese è (quasi) un dato di fatto. Se il motivo del fulmine animava i maglioni della FW20 di Leolsd, è il calore del sole a riscaldare i capi della SS21. C’è, però, del surreale nella narrazione di Cartomanzia: una fantasmagorica lettura della realtà che sconquassa qualsiasi ritmo circadiano. E la realtà – si sa – si scontra inevitabilmente con il metafisico, il lontano, il magico. I colori pastello, i mix and match e le stratificazioni visive divengono così i tasselli di uno storyboard che prova a (con)fondere l’ordinario e lo straordinario. Spazio e tempo, fiori e pattern geometrici, carte e magia: è tutta una tensione sovversiva questa Cartomanzia. Fashion show o pièce de théatre?

Cartomanzia: Leolsd illumina palazzo Brancaccio alla Roma Fashion Week Sartoria Made in Puglia

L’alchimia disegnata da Leonardo Macina è rigorosamente made in Puglia, ça va sans dire. Oltre a rendere omaggio al mondo dei cartomanti, Cartomanzia sostiene il made in Italy e l’ambiente. E lo fa scegliendo di impiegare materiali eco-green come l’eco tencel, le viscose riciclate o i cotoni riciclati che compongono le tracolle. Punte di diamante gli accessori, realizzati esclusivamente a mano da artigiani qualificati. La SS21 riserva dunque un occhio di riguardo per il fatto a mano, la cura dei dettagli e la dedizione all’artigianato italiano.

 

Bernardo Savastano

Share news

Condividi su facebook
Share on Facebook
Condividi su twitter
Share on Twitter
Condividi su pinterest
Share on Pinterest
Condividi su linkedin
Share on Linkedin