EN IT

Cristobal Balenciaga, l’enfant prodige e il suo successo nell’epoca del New Look

Uno straordinario talento che riuscì a concepire un nuovo, personale, ideale di moda: la storia di Cristobal Balenciaga.

Anche se non è semplice, le sbarre che ci intrappolano nella convenzione e nell’omologazione possono essere distrutte, liberando così magnifici talenti. È proprio questo il caso di Cristobal Balenciaga. Armato di caparbietà e spirito d’iniziativa, non solo è sfuggito alle tendenze, ma è sempre riuscito nell’impresa di crearne di nuove.

Sono rare le storie di personaggi davvero unconventional, specialmente se le si ricerca nel campo della moda. Eppure Balenciaga negli anni ’20 è riuscito a distinguersi rispetto agli altri. Christian Dior lo definiva “il maestro di tutti noi”; Coco Chanell’unico vero couturier tra i fashion designers”. Queste le parole attribuite a Cristobal Balenciaga da alcuni dei maggiori stilisti di tutti i tempi.

Gli esordi

Come molti talenti straordinari, quello di Cristobal nasce da situazioni avverse: per aspera ad astra (letteralmente “sino alle stelle attraverso le difficoltà”) recita un’antica locuzione latina. Cristobal nasce infatti in una famiglia povera e osservare sua madre mentre lavora in sartoria diventa il suo passatempo preferito. Passatempo che ben presto si trasforma in talento creativo di spicco.

Un nuovo ideale di bellezza

Se infatti le mode capitanate dal New Look suggerivano modelli succinti e modellanti, Balenciaga abbelliva le silhouettes femminili a modo suo: doveva essere l’abito ad adattarsi alla donna, non il contrario. Convinto sostenitore di questo slogan, studiava un nuovo modello a seconda della donna che bussava al suo atelier parigino. Anche il suo ideale di bellezza femminile differiva da quello tipico degli anni ’50: prediligeva infatti modelle magrissime e dai lineamenti imperfetti. Spirito di critica e non adattamento, sperimentazione piuttosto che esecuzione: questo fa di Cristobal Balenciaga un couturier a tutto tondo, capace di ideare, progettare e realizzare capi dalla A alla Z.

Le creazioni dello stilista visionario risultano ancora oggi incredibilmente originali e si troverebbero assolutamente a loro agio nelle passerelle attuali. I suoi modelli sono degli evergreen, che spesso sembrerà di avere già visto nelle collezioni più recenti di tanti altri colossi della moda.

 

Martina Patella (Accademia di Belle Arti di Frosinone)

 

Share news

Condividi su facebook
Share on Facebook
Condividi su twitter
Share on Twitter
Condividi su pinterest
Share on Pinterest
Condividi su linkedin
Share on Linkedin