EN IT

“MAINGENDER: HUMAN”: l’evoluzione dell’estetica di Francesca Cottone

Francesca Cottone debutta a Palazzo Brancaccio con “MAINGENDER: HUMAN”, collezione unisex e no season per la Roma Fashion Week.

MAINGENDER: HUMAN” è il concept della collezione PE21 firmata da Francesca Cottone, che ha debuttato il 16 Settembre presso Palazzo Brancaccio durante Altaroma. La fusione tra le parole main e gender dà vita al concept base: human, l’essere umano in quanto tale, libero da ogni genere.

MAINGENDER è l’evoluzione dell’estetica del brand. La divisione binaria di genere si eclissa, mentre si afferma il concetto di abbigliamento come espressione unisex di stile.

"MAINGENDER: HUMAN": l’evoluzione dell’estetica di Francesca CottoneLa collezione

Il focus della collezione è la riflessione sull’identità androgina della donna, che trova la sua massima capacità espressiva nel capospalla e nei dettagli che lo compongono. La collezione rivolge la sua attenzione allo studio meticoloso della giacca e nello sviluppo di nostalgici tailleur: silhouette rigorose e versatili studiate rivisitando le strutture dei blazer anni ’80.

Il corpo femminile viene elogiato attraverso lo studio del guardaroba maschile, declinato in una paletta di colori pastello fusi a colori pop. Il corpo delle modelle è avvolto da abiti sartoriali ben strutturati, curati nei dettagli, che confermano l’alta qualità della confezione Made in Italy, attribuendo così una femminilità apparentemente austera ma sensuale.

Capi icona sono il tailleur color dusty e il lungo soprabito color fiesta, dove è essenziale lo studio dei volumi, dei tagli del collo e dei particolari sartoriali delle maniche del blazer. La collezione, nonostante sia definita primavera/estate, presenta capi talmente versatili che è possibile affermare come questi siano liberi da un’etichettatura stagionale, delineando così una linea “No Season”.

"MAINGENDER: HUMAN": l’evoluzione dell’estetica di Francesca CottoneLa moda come espressione di libertà

Un omaggio a me stessa” dice Francesca Cottone: MAINGENDER incarna perfettamente la visione colorata e androgina della giovane couturier, che con la sua collezione ci invita ad esprimerci liberamente attraverso l’abbigliamento, qualunque sia lo stile che più ci appartiene. Il guardaroba maschile, nel caso di Francesca Cottone.

Strutture e linee minimal, silhouette maschili-femminili, esaltazione delle forme del corpo: queste sono le colonne portanti del concetto sartoriale di Francesca Cottone, libertà dai generi e dalle forme è invece l’obiettivo.

 

Carlotta Barresi (Accademia del Lusso)

 

Share news

Condividi su facebook
Share on Facebook
Condividi su twitter
Share on Twitter
Condividi su pinterest
Share on Pinterest
Condividi su linkedin
Share on Linkedin