EN IT

Hibourama: finalista accessori Who Is On Next? 2019

Hibourama: le borse legate alla tradizione e alla cultura italiana, contraddistinte dalle borchie placcate e dai preziosi ricami.

 

Hibourama

Hibourama nasce nel cuore di Roma dalle menti creative e imprenditoriali di Maila Ferlisi e Rachele Mancini. Le designer romane si incontrano per la prima volta all’Accademia Koefia, famosa scuola di moda della capitale, e fra loro nasce immediatamente una sincera amicizia e stima professionale. Il brand è ispirato ad un lussuoso concetto di demi couture rivisitato, caratterizzato da costante ricerca, studio di forme uniche e materiali di alta qualità. Le borse Hibourama, completamente realizzate a mano in Italia, sono contraddistinte dalle borchie placcate e dai preziosi ricami.
Il marchio Hibourama è oggi presente in diverse boutique nazionali ed internazionali multibrand.

 

  • Descrivetevi in tre aggettivi.
  • Creative, curiose e libere.

 

  • C’è stato un preciso momento in cui vi siete rese conto di voler fondare un brand?
  • Ci siamo incontrate all’Accademia di moda di Roma Koefia e lavorando a stretto contatto ci siamo rese conto che la nostra creatività cresceva giorno dopo giorno. Abbiamo realizzato che lo scambio di energie e di idee tra noi, poteva dar vita a un brand di accessori che rispecchiasse il nostro modo di essere e di intendere la moda: Hibourama.

 

  • In che modo la vostra formazione ha inciso sul percorso stilistico?
  • Noi pensiamo che la creatività e lo stile di una persona si basi su un mix di vari ingredienti: formazione accademica, vita vissuta e istinto. Nel nostro caso, pur arrivando da esperienze diverse, abbiamo trovato nel nostro istinto quello che ci ha unito.

 

  • Quale sarebbe la colonna sonora che accompagna la vostra ultima collezione e perché?
  • E’ una melodia La Cage, che metaforicamente è il simbolo di qualsiasi musica, intesa come libertà di espressione. La libertà, per noi, è ciò che porta lontano. I tre concetti di gabbia/donna/libertà espressiva ci piacciono molto, perché solo la libertà espressiva rende indipendenti e liberi da sovrastrutture che ingabbiano la creatività.

 

  • Quale icona incarna meglio il vostro stile. Perché?
  • Non abbiamo un unico modello di stile. Le nostre icone sono le donne forti, intraprendenti e libere di esprimersi.

 

  • Se la vostra collezione fosse un viaggio dove andrebbe?
  • Sicuramente i colori caldi e le forme armoniose ci conducono in Oriente, ma non è un viaggio di sola andata. Lo sguardo è sempre rivolto alla nostra tradizione e alla nostra cultura che si percepisce nei dettagli dell’artigianato italiano. Crediamo nell’importanza di tracciare percorsi che tracciano, nel viaggio, nuove coordinate volte alla contaminazione e alla scoperta delle diversità, attingendo a radici lontane per creare stilisticamente degli ibridi contemporanei.

Share news

Condividi su facebook
Share on Facebook
Condividi su twitter
Share on Twitter
Condividi su pinterest
Share on Pinterest
Condividi su linkedin
Share on Linkedin
EN IT