IURI: finalista accessori Who Is On Next? 2019

IURI: borse e accessori geometrici, ispirati all’architettura, alla cultura contemporanea e al mondo del design.

Iuri

IURI è un brand specializzato in borse e accessori morbidi che si distinguono per il loro stile contemporaneo, originale e riconoscibile, accentuando l’identità e la personalità dei propri consumatori attraverso gli accessori. L’identità del marchio è pura, geometrica e autentica principalmente ispirata all’architettura, alla cultura contemporanea e al mondo del design, e rappresenta l’estetica e la bellezza personale di Jure Stropnik, originario della Slovenia e ora con base a Milano da quando si è trasferito nella città italiana per studiare presso l’Istituto Marangoni.

  • Descriviti in tre aggettivi.
  • Determinato, curioso, autentico.

 

  • C’è stato un preciso momento in cui ti sei reso conto di voler fondare un brand?
  • Mentre lavoravo per altri marchi mi sono reso conto che non sarei mai stato in grado di esprimermi artisticamente e di avere una totale indipendenza. Gestire il mio tempo e lavoro è per me il più grande lusso.

 

  • In che modo la tua formazione ha inciso sul tuo percorso stilistico?
  • Non è la strada che ho intrapreso che ha influenzato la mia identità come designer, è più la mia estetica personale che ho avuto da bambino da mio padre. Nel corso degli anni ho affinato ancora di più la mia sensibilità per il design. E continuo a svilupparlo ogni giorno.

 

  • Quale sarebbe la colonna sonora per la tua ultima collezione e perché
  • “Seven days in sunny june” di Jamiroquai. L’atmosfera della canzone parla di estate, amicizia, felicità, colori, buone vibrazioni in generale. Questo è come vorrei che le persone percepissero la collezione.

 

  • Quale icona incarna meglio il tuo stile. Perché?
  • Non ho una particolare icona che rappresenta la mia estetica. Riguarda le donne che hanno un interesse e approccio creativo in tutto ciò che fanno.

 

  • Se la tua collezione fosse un viaggio dove andrebbe?
  • New York, Los Angeles, Tokyo e ritorno a Milano.

Share news

Condividi su facebook
Share on Facebook
Condividi su twitter
Share on Twitter
Condividi su pinterest
Share on Pinterest
Condividi su linkedin
Share on Linkedin