Fase Factory

Designer romana, emergente nello sportswear, Flavia Grazioli viene da una famiglia militare, laureata al Politecnico di Milano, amante della cultura e della moda giapponese, con una spiccata

attenzione alla funzionalità e praticità dell’abbigliamento. Le sue influenze stilistiche sono visibilmente nordiche: capi basic, spesso oversize, puliti e ricercati allo stesso tempo. Lavora in “ La Rocca “ come coordinatrice di produzione di vari brand quali Emporio Armani, Fendi, Griffin, Fusalp e altri e come designer e manager del brand FASE FACTORY. La delle collezioni è la linea principale del brand, che si traduce nel processo produttivo: tutti i pezzi, infatti, sono disegnati e realizzati nella stessa fabbrica.

Il viaggio ispirazionale del marchio Fase Factory continua, dopo Giappone, Iran e Guatemala, arriva il momento del Vietnam; così la collezione SS19 acquisisce un particolare gusto asiatico, implementato dalla forte connessione tra la designer e la popolazione locale. Come in passato anche la nuova collezione vive di contaminazioni, gli elementi tipici dell’abbigliamento popolare vietnamita vengono reinterpretati e resi unici; così i tradizionali spacchi laterali trovano la loro dimensione in camicie, giacche e pantaloni attraverso zip, aperture o semplici soffietti che aggiungono volume ai capi. I colletti di camicie e trench si riducono, in alcuni casi fino a sparire, mentre altri presentano la tipica spaziatura sul collo. I tessuti e i colori esaltano alla perfezione il dualismo del Vietnam, la dove la natura incontaminata si scontra con la cultura pop; allo stesso modo i capi in nylon dall’effetto stropicciato e l’uso del tyvek accoppiato ai cotoni conferisce l’effetto roccia naturale che si contrappone ai look arancio dal gusto “popeggiante” dei capi da pioggia.