FEDERICO PRICE

Federico Price Bruno –madre inglese e padre siciliano– è cresciuto tra la Sicilia e il Lake District d’Inghilterra. Il talento estroso, Federico Price, l’ha ereditato da lo zio Antony Price, designer e stilista londinese. Federico è un sognatore ed amante della natura ed è attratto dal mondo degli allevatori e dei contadini, affascinato dalla loro eleganza dandy. La peculiarità creativa di Federico Price è di guardare al passato e in direzione opposta rispetto a una modernità che ci vuole tutti uguali e replicabili. E se “unicità” è una parola abusata nella moda, quando un accessorio, una borsa in particolare, è realizzato con un ritaglio di tessuto ritrovato in luoghi lontani ed improbabili, il prodotto che ne esce fuori è sicuramente figlio unico, senza eguali. Le sue borse sono create a partire da materiali ricercati, sete di kimono e stoffe ricavate da vecchie divise militari: «Ricicliamo, riduciamo, riutilizziamo, mettiamo in luce, e nuovamente in circolo. Realizziamo creazioni che rispettano la natura, che durano e si riprendono il tempo, abbinate a pelli d’alta qualità».

La stampa camouflage torna ad essere una tendenza moda del 2019. Federico Price presenta la nuova collezione Python-Camouflage proponendo la Bilah Bag. Si tratta di un nuovo modello rigido ed elegante con una patta dinamica, tra angoli e parti tondeggianti arricchita da una preziosa chiusura centrale il tutto proposto in stile Military-Camo per dare carattere al look e spezzare la monocromia. Grigio-marrone, verde muschio e kaki: i colori principali della stampa mimetica. Il camouflage viene rivisitato dallo stilista Federico Price per scoprire nuovi accostamenti di colore dando vita a risultati originali. Blu navy – marrone – nero – viola – verde – rosa sono le declinazioni di nuance proposte dal designer. Protagonista indiscusso che impreziosisce tutte le creazioni è l’uso della vera pelle di Pitone, emblema di lusso e femminilità, per una donna forte e determinata.