MARTINA CELLA

Nata a Tolmezzo (8 settembre 1992) e cresciuta in una piccola realtà cittadina, Martina è affascinata dal mondo della moda fin da piccola. Il suo passatempo preferito era riempire intere pagine bianche di disegni. Crescendo, con l’aiuto di ago e filo, abiti e accessori prendevano vita quando Martina modellava gli scampoli di tessuti trovati per casa .Ispirazione e stile personale coniugati ai corsi brevi di rinomate scuole quali il College Central Saint Martins di Londra completano il suo percorso formativo ed artistico; allo stesso tempo non mancano le esperienze lavorative, Martina termina gli studi e presto collabora con diversi brand ed atelier. Martina Cella è una nuova linea di prêt-à-porter femminile che racchiude al suo interno una freschezza tipicamente giovanile, abbinata ad un eleganza senza tempo che fa da sfondo a un ironia atipica.

INTO THE JUNGLE SS19
A piedi nudi nella giungla. Passo dopo passo in una vegetazione tanto fitta da travolgere e inghiottire tutto ciò che la circonda. Il contatto tra la pelle nuda e la natura. Prevale un verde travolgente fatto di foglie lucide e frutti immaturi.
La natura è protagonista in ogni sua forma. Gli specchi d’acqua si trasformano in superfici laccate imbevute di inchiostri coloratissimi. Le foglie si fanno stampe all-over su lino e cotone. I giochi di luce e ombra si concretizzano su denim laserati e voile lavorati a piccole balze. Madre natura ci insegna. La donna come essere nobile e coraggioso, fulcro dell’evoluzione. La silhouette femminile si fa casa per capi destrutturati, forme morbide e fluide. Non mancano i volumi geometrici e fascianti. Spiccano sparsi, fiori distribuiti a macchie di colore arancio, che si accosta e stride con un rosa intenso quasi tropicale. Il mondo “safari” si fonde ad un romanticismo floreale e moderno creando accostamenti tutt’altro che spontanei. Rouches, balze, ricami ed applicazioni si sposano con tasconi applicati, cinte e coulisse. Raggi riflessi e amplificati attraverso squarci di luce pura che si trasforma in bianco ottico. Una luminosità suggestiva che crea sovrapposizione di forme e colori. Alternanze di opaco e trasparente, grezzo e vellutato, lucido e mosso. Materiali freschi e leggeri come cotone, voile e lino si accostano a superfici più corpose e compatte come denim e gabardine. Fibre naturali abbinate o doppiate con tessuti tecnici e spalmati, acquistano nuova importanza.
Cromie calde e fredde abbinate a lucidi e cangianti: arancio, rosa pompelmo, viola, verde foglia, blu indaco, sabbia ebianco ottico.